Passato, presente e futuro della stampa digitale

4 Dic 2020 | Graphic arts | 0 commenti

La stampa digitale è un sistema di stampa usato per riprodurre immagini digitali su materiali come carta, PVC, stoffa e vinile. Nasce per rispondere all’esigenza sempre maggiore del mercato di una stampa di piccole tirature, ma di elevata qualità.

Grazie a questa tecnologia è possibile sostenere minori costi iniziali, al contrario dei sistemi di stampa tradizionale (offset, rotocalco, ecc.), non sostenibili per prodotti a bassa tiratura.

La stampa digitale ha rivoluzionato l’industria delle arti grafiche e continuerà a farlo anche in futuro. Tanto la normale stampa digitale dei documenti, quanto quella su grande formato, hanno definito un importante cambiamento nella forza lavoro, nelle competenze richieste, nelle tecnologie e nelle strategie di marketing della comunicazione basata sulla stampa.

 

La storia e l’evoluzione                                       

L’invenzione della stampa digitale come la conosciamo oggi è relativamente recente. Le sue origini risalgono al 1969, con l’invenzione della prima stampante laser

Però, solo nel 1984 inizia a diffondersi più ampiamente con il lancio sul mercato della prima stampante commerciale HP LaserJet, seguita da altri prodotti simili di Canon, Xerox, IBM e Apple. Queste prime stampanti laser erano in bianco e nero e non diventarono prodotti di largo consumo, ma rimasero utilizzate per lo più negli uffici delle grandi imprese.

Nel 1988 comparve sul mercato la prima stampante inkjet di HP per uso domestico, che divenne ben presto un bene di largo consumo. Nel 1993, venne lanciata la prima stampante digitale a colori.

Oggi, le tecnologie per la stampa digitale stanno subendo una continua evoluzione e sviluppo: sono sempre più veloci, efficienti e in grado di stampare ad altissima qualità, in formati di grandi dimensioni, a costi e tempi sensibilmente più bassi rispetto alla stampa offset.

 

I vantaggi e i benefici rispetto alla stampa offset

Grazie alla digitalizzazione dei processi di stampa, è oggi possibile stampare qualsiasi immagine, grafica o testo su qualsiasi tipo di supporto e materiale, in tempi brevi, a costi contenuti e con risultati di elevata qualità.

Ma quali sono i vantaggi della stampa digitale rispetto alla stampa offset?

  • La stampa digitale è più economica rispetto alla stampa tipografica, soprattutto sulle piccole tirature. Questo sistema, infatti, non richiede la preparazione di lastre o matrici, l’allestimento della macchina e i tempi di avvio, che rappresentano i principali costi della stampa offset;
  • Per gli stessi motivi, la stampa digitale ha tempi più brevi e permette di eseguire lavorazioni anche last-minute;
  • La stampa digitale non ha una tiratura minima, qualsiasi quantità può essere stampata senza influenzare il costo della singola copia;
  • Rispetto alla stampa offset, la stampa digitale consente di stampare su un numero maggiore di tipologie di supporti e materiali, anche rigidi;
  • A differenza del passato, la stampa digitale ha una qualità molto elevata, un alto controllo cromatico e una risoluzione uguale a quella della stampa offset;
  • La stampa digitale permette correzioni e modifiche fino all’ultimo minuto e permette di creare documenti a dato variabile per personalizzare ogni copia;
  • Con la stampa digitale è possibile stampare in alta qualità su grande formato a costi contenuti;

 

Le tipologie di stampa digitale 

La stampa digitale comprende molte tecnologie di stampa. Le più diffuse sono sicuramente la stampa inkjet e la stampa laser, utilizzate anche per uso domestico. Nei processi professionali sono in costante aumento le tecnologie di stampa UV, stampa latex e stampa eco-solvente.

  • Stampa UV: basata sull’uso di raggi ultravioletti, viene utilizzata principalmente per stampare su supporti in PVC, o altro materiale rigido. La struttura del pigmento è a strati variabili ed è meno flessibile rispetto ad altre tipologie di stampe, produce un effetto finale semilucido/opaco.
  • Stampa Latex: è una stampa molto flessibile ed ecologica, per questo viene utilizzata su qualsiasi supporto. Grazie alla sua elasticità è adatta per stampare per esempio stoffa, canvas, adesivi, PVC, vinili, forex. Questa stampa ha un’altissima qualità fotografica ed è adatta per uso esterno.
  • Stampa a solvente: è stata la prima in assoluto ad essere utilizzata per il grande formato. Oggi giorno è stata quasi totalmente sostituita dalle nuove tecnologie eco-solvent, Latex e UV più avanzate. Ha lo svantaggio di non essere una soluzione ecologica e non vanta una qualità fotografica elevata, ma ha comunque un’ottima resistenza agli agenti atmosferici e raggi UV.
  • Stampa eco-solvent: è l’evoluzione ecologica della stampa a solvente, questa tecnologia è compatibile con una vastissima gamma di substrati non trattati. L’inchiostro utilizzato eco, anche se meno aggressivo rispetto a quello a solvente ha una discreta resistenza ed è adatto per lavori interni ed esterni.
  • Stampa inkjet (getto d’inchiostro): con colori ad acqua è la stampa digitale con la qualità migliore in assoluto, per questo viene utilizzata principalmente per la stampa di fotografie, poster fotografici e calendari. Le stampe non sono adatte per l’utilizzo esterno, se non in seguito al processo di laminazione.
  • Stampa laser: è la tipologia di stampa digitale più diffusa al mondo. Oggi giorno viene utilizzata per realizzare in piccolo formato qualsiasi tipo di  stampato: cataloghi, folder, volantini, biglietti da visita, locandine, calendari, e molto altro ancora. La stampa laser utilizza il toner e raggiunge alti livelli di qualità, garantendo tempi rapidi di produzione e una prestazione efficiente.

 

Il futuro della stampa digitale

Si potrebbe pensare che con la crescente digitalizzazione dei documenti il mondo della stampa sia entrato in crisi o che ci entrerà in futuro. In realtà, i dati dimostrano esattamente il contrario. 

La stampa è più viva che mai. Basti pensare che ogni anno solamente in Europa si stampano circa 982 miliardi di pagine.

Come sta avvenendo per tutte le tecnologie, anche quello della stampa è un settore che sta avendo una rapida evoluzione verso nuove tecniche e applicazioni che riguardano non solo la carta ma anche altri supporti.

Le tecnologie tradizionali ancora reggono, ma le nuove applicazioni stanno facendo passi da gigante. Ora anche gli stampatori dovranno adattarsi a queste nuove tecnologie di stampa, flussi di lavoro, soluzioni e servizi.

 

Vorresti saperne di più? Contattaci o continua a leggere gli articoli del nostro Blog!

0 commenti