Brossura fresata o a filo refe? Quali differenze

5 Ott 2020 | Industrial Adhesives

Per comprendere la differenza tra brossura fresata e brossura a filo refe, iniziamo con il definire innanzitutto cos’è la brossura:  è una tecnica di rilegatura che si utilizza per stampati tipografici con uno spessore che supera i 2-3 millimetri e con copertine più o meno rigide. Nasce in Francia nel 1600 (il termine deriva infatti dal francese brochure), ma si è diffusa su larga scala solo più tardi, all’inizio del secolo scorso. 

A seconda del tipo di lavorazione e delle esigenze editoriali, la brossura può essere fresata o cucita a filo refe. La scelta della tipologia influirà sulla forma finale del prodotto, sulla resistenza nel tempo e sulla fruibilità dello stampato da parte del lettore. Vediamo allora di capire quali sono le differenze tra le principali tipologie di brossura. 

 

Brossura fresata: la più economica 

Esempio di brossura fresata La brossura fresata, detta anche a fresa o a colla, è una delle rilegature più usate per la realizzazione di cataloghi, riviste, magazine e libri. Si chiama così perché il blocco di segnature – ovvero i fogli della pubblicazione piegati in quarti, ottavi, sedicesimi, trentaduesimi ecc… – viene tagliato sul dorso con una fresa per favorire la penetrazione della colla. 

Questa tecnica è tra le più economiche ma assicura anche un’ottima resistenza della rilegatura: lo stampato può essere aperto molte volte senza compromettere la tenuta delle pagine. La sua efficacia dipende però anche dalla scelta della carta e della colla. Le carte porose o patinate con grammatura leggera ad esempio sono le più adatte perché ottimizzano l’adesione della colla. 

Gli adesivi impiegati per la brossura fresata, sono adesivi hotmelt in varie formulazioni: 

  • di tipo EVA, Etilene Vinil acetato;
  • di tipo poliolefinico, detto anche metallocenico;
  • reattivo, detto PUR che garantisce una maggiore resistenza. 

 

Brossura a filo refe (cucita) per grandi volumi 

Rilegatura delle segnature a filo refeLa brossura a filo refe, invece, prevede la cucitura interna delle segnature con diversi materiali: canapa, lino, cotone o sintetico. Nel caso di rilegature particolarmente di pregio può essere impiegato anche il filo di seta, molto resistente e delicato nei confronti della carta. 

Quando si opta per la tecnica della cucitura, il dorso non viene fresato e ma viene direttamente incollato alla copertina

Come tecnica, la brossura cucita risulta sicuramente più costosa della brossura fresata e richiede tempi di lavorazione più lunghi. È in grado però di garantire una resistenza maggiore nel tempo. Generalmente si usa per dare allo stampato una resa più elegante e di valore, grazie al suo aspetto più “artigianale”. Ma è indicata soprattutto per volumi che superano le 150 pagine e che utilizzano carte con una grammatura elevata. 

 

Volumi incassati e cartonati per libri di pregio 

Un’altra tipologia di rilegatura è quella che prevede l’applicazione di una copertina cartonata oppure morbida e flessibile all’olandese, al blocco libro.
Nel caso del libro cartonato, la copertina è composta da una plancia di carta o di altro materiale che riveste un cartone rigido costituito da tre parti: il quadrante anteriore della copertina, il dorsino e il quadrante posteriore del libro. La plancia naturalmente dovrà essere più grande della copertina del libro poiché deve ricoprire perfettamente tutto il cartone e permettere che si pieghi senza problemi.
Nel caso di volumi incassati all’olandese, la copertina è composta da cartoncino più o meno rigido, eventualmente accoppiato, oppure materiali plastici quali PVC, coagulati di poliuretano, o di altro tipo. 

Il blocco del libro viene incollato alla copertina tramite i risguardi, primo e ultimo quartino, incollati all’inizio e alla fine dello stampato. Il volume incassato costituisce una tipologia di confezione pregiata, disponibile in un’ampia gamma di finiture personalizzabili. I volumi cartonati vengono solitamente utilizzati per i libri d’arte o per edizioni di prestigio.

In Diamelt sviluppiamo e produciamo una vasta gamma di adesivi per diverse tipologie di rilegatura. Adesivi dedicati all’incollaggio del dorso e del laterale, all’inserimento dei risguardi, per incassatura, per la formazione del canaletto, per i capitelli, per la produzione delle copertine cartonate, per l’applicazione del segnalibro, per le copertine con alette e molto altro.
Contattaci ora per avere una consulenza con i nostri esperti e determinare la tipologia di adesivo più performante per le tue applicazioni. 

 

0 commenti