theBreath: il tessuto che riduce l’inquinamento dell’aria

3 Ago 2022 | theBreath

Si parla spessissimo di inquinamento dei mari e dell’atmosfera, ma meno attenzionato è il problema dell’inquinamento dell’aria che respiriamo al chiuso. 

Si stima che una persona adulta respiri in media circa 12 mila litri di aria al giorno. Per la maggior parte si tratta di aria indoor, ovvero aria che respiriamo all’interno degli ambienti chiusi, dove trascorriamo in media oltre l’80% della nostra vita. Bastano solo questi due dati per capire l’importanza di mantenere ottimale la qualità dell’aria all’interno degli ambienti che viviamo, dalle abitazioni, alle scuole, ai posti di lavoro. 

Ed è proprio con questo obiettivo che nasce theBreath®,  il primo tessuto stampabile in grado di trattenere e disgregare le particelle nocive sfruttando il naturale movimento dell’aria. Lo abbiamo presentato qui e oggi ritorniamo a parlarvene per illustrarvi più nel dettaglio le sue capacità di purificazione dell’aria dagli agenti inquinanti. 

Principali inquinanti presenti nell’aria indoor 

La maggior parte degli inquinanti che influiscono sulla qualità dell’aria negli ambienti interni sono endogeni, ovvero provengono dall’interno stesso degli edifici, in parte minore inquinanti come Nox, Benzene e Sox provengono invece dall’esterno attraverso porte e finestre aperte, sistemi di ventilazione o crepe nelle strutture. 

Tra i maggiori fattori inquinanti interni troviamo: 

  • prodotti per la pulizia, vernici, insetticidi e altri prodotti di uso comune che introducono diverse sostanze chimiche; 
  • materiali da costruzione, arredamento ed elettrodomestici attraverso il rilascio di materiali degradanti (ad es. fibre di amianto rilasciate dall’isolamento di edifici) o da nuovi materiali (ad es. gas di scarico chimico da prodotti di legno pressati); 
  • altre sostanze nocive presenti nell’aria indoor sono di origine naturale, come radon, muffe e peli di animali domestici o derivanti dall’attività delle persone come fumare o anche cucinare. 

Tutti questi materiali sono in grado di mettere in circolo una serie di inquinanti molto nocivi, tra cui soprattutto formaldeide, benzene, composti organici volatili (COV), idrocarburi policiclici aromatici (IPA), ossidi di azoto, ossidi di zolfo, ozono, ecc. 

Impatto degli inquinanti sulla salute dell’uomo 

Diversi studi scientifici attestano che l’esposizione prolungata a queste sostanze comporta dei seri rischi per la salute. Come descritto nella tabella qui sotto, molte delle sostanze che respiriamo in casa o al lavoro sono classificate dall’AIRC, l’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro, come cancerogene riconosciute o probabili. 

La maggior parte dei disturbi causati dall’inalazione di questi inquinanti è legata a problemi respiratori, irritazioni, allergie ma anche a difficoltà di concentrazione e affaticamento, fino ad arrivare a patologie ben più gravi come tumori e leucemie. 

L’efficacia di theBreath® nella lotta all’inquinamento dell’aria

theBreath® è progettato in modo specifico per trattenere e disgregare le particelle nocive responsabili dell’inquinamento dell’aria e dei disturbi sulla salute da esso derivanti. La sua innovativa tecnologia, oltre ad essere brevettata, è frutto di lunghe ricerche e sperimentazioni. 

Il tessuto è composto da tre layer sovrapposti. Quello frontale, uguale a quello posteriore, è costituito al 100% da fibra di Poliestere modificata con molecole attivate ed è una superficie stampabile e battericida che facilita la traspirazione dell’aria. Al centro dei due strati si trova una cartuccia carbonica capace di attirare le molecole inquinanti all’interno della propria struttura impedendone il rilascio. In questo modo le molecole vengono assorbite e disgregate.

Inoltre, le fibre dei due tessuti esterni contengono ioni di argento che esercitano un controllo efficace su batteri, gram-positivi e gram-negativi e su alcuni tipi di funghi.

L’efficacia di theBreath® nell’assorbire le sostanze nocive viste sopra, è confermata da studi  sviluppati in collaborazione con l’Università Politecnica delle Marche Dipartimento SIMAU (Scienze e Ingegneria della Materia, dell’Ambiente e dell’Urbanistica), realizzati seguendo gli standard internazionali UNI, ISO, ANSI. Di seguito i risultati emersi:

 

theBreath® ha inoltre superato i test sulla performance del prodotto, ottenendo importanti certificazioni, tra cui l’ISO 16000-9 (test per la determinazione del flusso specifico per superficie di emissione di composti organici volatili – VOC’s – da prodotti da costruzione di nuova produzione o prodotti di finitura in condizioni climatiche definite), l’ISO 18184:2019 (determinazione dell’attività antivirale dei prodotti tessili) e l’UNI 11247 (test per la determinazione dell’indice di abbattimento fotocatalitico degli ossidi di azoto in aria da parte di materiali inorganici).

theBreath® è quindi un valido alleato nella lotta all’inquinamento dell’aria indoor e trova numerosissime applicazioni come supporto per la stampa di materiale decorativo, informativo e didattico in luoghi pubblici e privati. 

Se vuoi ricevere più informazioni, compila il form qui sotto e verrai ricontattato da un nostro agente.