Cad cartamodelli per un’industria tessile più competitiva

10 Giu 2021 | Textile

La digitalizzazione dei cartamodelli attraverso software CAD nel settore tessile, sia a livello industriale che artigianale, velocizza notevolmente e ottimizza la progettazione di capi di abbigliamento. È dunque più che possibile, e anzi vantaggioso, coniugare l’arte tradizionale del modellista agli strumenti della tecnologia più moderna, senza intaccare la qualità e l’artigianalità del capo finito.

Questa possibilità è appunto fornita dai programmi CAD per la realizzazione veloce ed efficiente dei modelli. In questo articolo proveremo a sfatare qualche mito per i più scettici, cercando di illustrare i vantaggi di questo strumento digitale. 

 

Cos’è e come funziona un CAD cartamodelli

Il CAD (Computer-Aided Design) è un programma per il design e la progettazione a schermo di cartamodelli digitali per il settore della confezione ampiamente intesa, quindi non solo abbigliamento ma anche pelletteria, tessuti industriali, imbottiti, ecc. È un linguaggio di programmazione orientato alla prototipazione, che permette di poter visualizzare il risultato finale della progettazione (render) prima di realizzare il modello. 

L’unità di base sono i singoli pezzi del modello. Una volta disegnati questi vengono importati nel software attraverso vari metodi, con uno scanner o con una lavagna digitale per poi procedere alla creazione del modello vero e proprio.

Il grande vantaggio di realizzare un modello in un ambiente digitale è la velocizzazione di tutte quelle operazioni che fatte manualmente richiederebbero molto tempo, come la duplicazione esatta dei pezzi, la modifica delle forme, l’inserimento di cuciture, di scalini, di tacche rispettando le relazioni e proporzioni tra le varie parti, il calcolo delle taglie, l’invio del modello alla sala taglio e così via. 

 

CAD cartamodelli per arricchire le professionalità 

Il ruolo del modellista è quello di concretizzare l’idea del designer e rendere il suo bozzetto un capo di vestiario pronto e proporzionato che fungerà da prototipo (capo campione in gergo) per tutta la linea di produzione del modello, una volta approvato. Il processo creativo e la professionalità del modellista sono un anello fondamentale in questa catena che collega l’idea creativa dello stilista alla sala taglio, alla confezione finale del capo. 

Il settore della moda, come tanti altri settori, sta vivendo importanti evoluzioni legate all’introduzione della digitalizzazione nei processi produttivi, di cui i programmi CAD sono solo una parte. Questa evoluzione comporta anche una riorganizzazione dei ruoli e delle competenze delle figure professionali che operano lungo la filiera di produzione.   

L’artigianalità di un modellista abituato a disegnare e “proporzionare” a mano può uscire enormemente arricchita dall’integrazione con un software specifico come il CAD per cartamodelli. La stilizzazione a mano, infatti, richiede spesso molto tempo e non è sempre in grado di restituire una precisione eccelsa. Il programma, ideato e sviluppato appositamente per coadiuvare la realizzazione del capo d’abbigliamento, può essere un validissimo alleato in primis per i modellisti ma anche per tutte le altre figure professionali che dipendono dal buon lavoro che il modellista riesce a realizzare. 

 

CAD cartamodelli: sconfiggere lo scetticismo

In Italia purtroppo i programmi CAD cartamodelli non hanno ancora conosciuto una grande diffusione, né a livello industriale né artigianale. In parte, questa scarsa propensione verso l’innovazione tecnologica è dovuta alla convinzione che al lavoro manuale corrisponda sempre una qualità sartoriale superiore.

Questo non è sempre vero. Anche piccoli laboratori sartoriali possono trarre vantaggio dalla digitalizzazione dei cartamodelli, attraverso un programma CAD, perché: 

  • rende più veloce e precisa la definizione del capo campione e lo sviluppo delle taglie; 
  • elimina la stampa di prototipi scartati perché direttamente valutabili su schermo;
  • permette la consultazione e l’archiviazione dei modelli già realizzati;
  • si possono eseguire modifiche al modello in modo rapido e agile;
  • permette di verificare la fattibilità del modello anche dal punto di vista economico, con un’integrazione al gestionale che ne calcola i costi;
  • elimina una buona parte di incomprensioni sull’interpretazione dei bozzetti, facendo risparmiare molto tempo nella realizzazione del capo campione; 
  • garantisce un’ottimizzazione dell’uso dei tessuti durante il piazzamento per evitare sprechi di materiale.  

Quindi anche piccole aziende possono mirare a migliorare la propria efficienza produttiva, con il supporto di soluzioni digitalizzate che semplificano e fluidificano passaggi di informazioni e procedure. 

Tutto questo costituisce chiaramente un notevole vantaggio competitivo nel contesto di un mercato più dinamico e mutevole del passato, orientato sempre più all’immediatezza e alla personalizzazione. Un altro vantaggio è quello di ridurre – e anche di molto – il proprio time to market, ovvero il periodo che occorre a mettere in vendita un nuovo prodotto. 

In definitiva, coniugare la tradizione che ha reso la confezione Made in Italy un’eccellenza nel mondo, con l’innovazione digitale è la chiave principale per rimanere davvero competitivi.

 

Scegli la giusta carta con Diatecx

 In Diatecx siamo specializzati nella produzione e commercializzazione di carte per il settore della confezione artigianale o industriale. Offriamo un’ampia gamma di supporti e carte per il disegno, dai prodotti per la stampa con plotter sino ai prodotti specifici per il disegno, disponibili in diversi formati e adattabili alle diverse esigenze di produzione. Contattaci ora

 

0 commenti